La Fondazione nacque nel 1973 per volontà testamentaria della signora Fernanda Brovedani, che realizzò così il desiderio espresso in vita dal marito di dare un’istruzione ai ragazzi che provenivano da famiglie disagiate: venne eretto un Convitto in cui si offriva gratuitamente accoglienza a ragazzi orfani anche di un solo genitore, in età compresa fra i 6 ed i 21 anni, provvedendo alle loro esigenze per l’intero ciclo della formazione scolastica in scuole pubbliche, fino agli studi superiori, secondo una concezione assistenziale libera da schemi tradizionali.  

 

L’offerta della Fondazione è oggi dedicata alle persone anziane; oltre a vitto, alloggio e servizi collegati gratuiti, comprende tutti quegli interventi di natura assistenziale idonei a migliorare la qualità di una fase della vita che deve continuare ad essere interessante e appagante.

OSIRIDE BROVEDANI

Osiride Brovedani (Trieste, 11 febbraio 1893 – 2 luglio 1970) è stato un imprenditore e benefattore italiano.

Uomo dalla complessa personalità, non è facile da comprendere e conoscere. Per penetrare nel suo mondo occorre nominare due sue creature: la Fissan e la Fondazione Brovedani.

In esse si racchiude, in un certo senso, tutta la vita di un uomo, che, dopo aver raggiunto l’apice della sua attività creativa e produttiva nella Fissan, si è voluto ricordare di quella che era stata la sua base di partenza ardua, difficile e sofferta, che lo indusse, in uno slancio di umana solidarietà ed altruismo, a voler risparmiare a quanti più giovani poteva le sue sofferenze e offrire loro la sua esperienza per affrontare la vita con quella serenità e sicurezza che a lui erano mancate.

la casa albergo e il museo

L’offerta della Fondazione è oggi dedicata alle persone anziane; oltre a vitto, alloggio e servizi collegati gratuiti, comprende tutti quegli interventi di natura assistenziale idonei a migliorare la qualità di una fase della vita che deve continuare ad essere interessante e appagante.

Negli ultimi anni, oltre alla Casa Albergo, considerando la sua funzione sociale, la Fondazione ha promosso numerosi interventi di beneficenza in vari ambiti, con particolare attenzione nei riguardi del mondo dei giovani.

Nel 2017 è stato inaugurato il museo “Casa di Osiride Brovedani” per omaggiare colui da cui tutto è nato. 

Scopri la Casa AlbergoScopri il museo

BLOG

giornata della memoria 2021

giornata della memoria 2021

27 gennaio 1945 - 27 gennaio 2021   Una memoria che non deve affievolirsi mai, ma che deve farsi ogni giorno più pressante per diventare motore di un mondo nuovo, dove eccidi e torture non esistano più. Forse è per questo che ogni anno sorgono nuove iniziative e...

leggi tutto
Nuovi reperti al museo brovedani: la collezione cresce

Nuovi reperti al museo brovedani: la collezione cresce

Lo diciamo sempre che il nostro è un museo partecipato: chi passa spesso regala un aneddoto, talvolta un oggetto dal passato. Sono pezzi di storia, piccoli tasselli di un grande mosaico, quello che ancora oggi è visibile nell'opera prima di Osiride Brovedani, ovvero...

leggi tutto
#Ob50 – contest creativo

#Ob50 – contest creativo

 #OB50 è il contest promosso dal museo “Casa di Osiride Brovedani” per far conoscere ai ragazzi la figura del signor Fissan e i valori da lui incarnati. I ragazzi tra i 13 e i 18 anni che visiteranno il museo tra il 2 luglio e il 10 settembre potranno partecipare al...

leggi tutto
lavoro, amicizia e passioni

lavoro, amicizia e passioni

La Fissan dei primi anni ERA i suoi collaboratori. Nel 1930 si lavorava in cucina, Fernanda e Clara Lazzari, fida collaboratrice, rimestavano in un pentolone, poi nel 1940 la fabbrichetta nel sottoscala, le consegne in bici, poi con la moto, solo molto dopo col...

leggi tutto

leggi anche…

gli e-book

Da Buchenwald a Belsen

Il diario della prigionia

italiano | english | שפה עברית

 

OB: le parole di chi l’ha conosciuto

 Le interviste ad amici e collaboratori 

El signor Fissan

Le trascrizioni dei convegni dedicati a OB

Museo Casa
di Osiride Brovedani

 

Un museo che racconta una vita, un’epoca, un sogno.

 

le melodie della memoria

vigilia di attesa

vigilia di attesa

Eravamo tre sorelle: io, Linda la più vecchia, Loredana di otto anni e Fernanda la piccolina. L’attesa del Santo Natale incominciava molti giorni prima perché la mamma, da brava casalinga, era impegnata a pulire da cima a fondo la nostra piccola casa. Il pavimento era...

l’atmosfera di natale

l’atmosfera di natale

Per noi bambini la gioia del Natale iniziava i primi di dicembre quando San Nicolò dimorava qualche giorno nella nostra città, Anversa, addobbata a festa, e tutti andavano a salutarlo. Lunghe file per quell’atteso incontro e una bella foto ricordo. La sera del 5...

Da Buchenwald a Belsen

 

Il diario della prigionia nei campi di concentramento nazisti